RESOCONTO

dell’ultima missione del segretario generale nel servizio dei

CONGRESSI della DIVINA MISERICORDIA

negli Stati uniti, in Cina, nelle Filippine, in Australia, in Tailanda e in India

(14-28 novembre 2009)




RESOCONTO 

Dell’ ultima missione nel servizio dei

CONGRESSI della DIVINA MISERICORDIA

Negli Stati uniti, in Cina, nelle Filippine, in Australia, in Tailanda e in India

(14-28 novembre 2009)

In seguito al primo Congresso Apostolico sulla Divina Misericordia, siamo stati invitati, dal presidente del WACOM, Sua Em.za il Cardinale Schönborn, a proseguire l’approfondimento e la missione della Misericordia per mezzo dei Congressi continentali. Congresso per l’Oceania (O.A.C.O.M.) è stato il primo Congresso continentale, in luglio 2009 con dei participanti oriundi da 15 paesi.

Dopo il terribile « tsunami » che ha toccato Samoa e le altre isole, Sua Ecc.za Mons. Alapati Mata’Eliga, Arciversovo di Samoa, coordinatore continentale, sostiene con la preghiera, l’aiuto spirituale e materiale le vittime e spera sempre di poter organizzare nel 2010 dei Congressi nazionali nelle varie isole : questo esempio di fede, di perseveranza e di speranza puo’ alimentare la nostra meditazione…

Nel novembre 2009, su richiesta di sua Em.za il Cardinale Schönborn, il Secretario Generale, Padre Patrizio Chocholski, rappresentava il WACOM in due Congressi continentali : il N.A.C.O.M., Congresso Continentale Nord-Americano a Washington e l’A.A.C.O.M., Il Congresso Continentale Asiatico (I due congressi si seguivano nelle date). Costui ci ritraccia in seguito, questi quindici giorni intensi e ricchi.

Christine Gimaret

 

1 . Il Congresso Nord-Americano della Misericordia

E’ stato organizzato e presieduto da S. E. Mons. Lori (Bridgeport) e diretto dai Padri Matthew Mauriello e Kaz Chwalek, animato da una squadra molto efficace : quella di Stockbridge. Il Congresso si è svolto in 3 giorni nella National Shrine of the Immaculate Conception di Washington.

Il venerdi è stato consacrato ai « workshops », agli incontri tra i partecipanti venuti da tutte le grandi città dell’America e del Canada. (con Toronto e Montréal).

La giornata chiamata « PRE-NACOM » preparava il Congresso e aveva come scopo di proporre del materiale utile ai partecipanti per il ritorno in parrocchia o nei gruppi. La giornata si è chiusa con un « festival » e le confessioni nel Centro culturale Giovanni PaoloII. Il sabato è stato dedicato alle conferenze (quella di Scott Hahn, teologo ex luteriano in particolare) e alle testimonianze di conversioni. Una bellissima concelebrazione presieduta dal Cardinale Rigali, Mons. Lori e gli altri vescovi di Chicago, Los Angeles ha chiusa la giornata. Il Santuario era zeppo di gente. La Cena radunava poi, Vescovi e responsabili del Comitato e si sentiva una immensa soddisfazione da parte di tutti. Durante la messa conclusiva i partecipanti hanno ricevuto l’invio in missione.

I vescovi desiderano che questi Congressi diventino regionali, nel Nord a Chicago, nella California e all’Ovest a Los Angeles, all’Est nel Massachussets ; un altro nel Sud nel Texas. I Canadesi, per conto loro, desiderano che i gruppi esistenti siano collegati tra loro e accompagnati da un vescovo. In finale sono stati più di mille persone che hanno partecipato fedelmente alle 3 giornate.

  1. Visita a Pechino

Si è entrato in contatto con il Vicario Generale (Chiesa del Sud) e con i sacerdoti che appartengono alla Chiesa del Nord. Abbiamo visto quanto la devozione alla Misericordia è diffusa. Un giovane professore di teologia sistematica e padre di un seminario seminario desidera partecipare con altri sacerdoti al prossimo Congresso mondiale. Egli vede tutta la necessità di accompagnare questi gruppi per formarli. Aspettano libri e traduzioni. Rimaniamo in contatto con loro.

  1. Visita a Hong-Kong

Esiste un comitato riconosciuto dal vescovo da tre anni. Un Padre Gesuita lavora la traduzione in chinese del Giornale di Santa Faustina. Verra stampato l’anno prossimo. Ci auguriamo che sara poi diffuso ai chinesi di Mainland.

  1. Congresso apostolico continentale della Misericordia di Manilla

Furono, di nuovo, tre giorni intensi. 25000 persone hanno participato al Congresso : delle delegazioni di Malesia, Indonesia, Brunei, Singapour, Taiwan, Corea, India, Cambodgio (con il Vicario generale) ; Tailanda (con 3 sacerdoti), la Birmania, il Laos, il Vietnam, Guam (con 30 persone, e infine la Cina (con 23 sacerdoti di Mainland Cina, con dei consacrati e dei catechisti)

Molte realtà di chiesa sono state rappresentate : i servizi della solidarità, la catechesi, le novelle comunità come Fundacio, le religiose, i salesiani gesuiti e domenicani… e anche dei rappresentanti di due monasteri di buddiste (uomini e donne). I bonzi (donne) ci hanno invitati a visitare il loro monastero perchè si sono sentiti attirati dalla spiritualità della Misericordia. La preghiera di Sta Faustina « per diventare misericordiosi » li ha particolarmente toccati. Il loro « Maestro », molto consciuto in tutta l’Asia, è aperto alla possibilità di partecipare al prossimo Congresso mondiale. Dei progetti in collaborazione con i cristiani esistono già a Manilla : aiuto alle vittime delle inondazioni, micro-crediti per i poveri. Abbiamo potuto ascoltare molte testimonianze sull’attenzione ai più piccoli, come la visita ai prigionieri.

Mgr Ramirez, il coordinatore per l’Asia, è la testimonianza della Misericordia la più eloquente ! Tra l’ospedale et il vescovado, quest’uomo affidato a San Giuseppe, sa mettere su delle bellissime « équipes » molto efficaci.

I santuari della Misericordia spuntano dovunque, ma sono da rilevare la « National Shrine » di Manila e quello di Cagayan di Ora nel Nord di Mindanao. I Vescovi puntualizzano la necessità di formazione. L’anno prossimo sarà organizzato il Congresso nazionale Filippino. Tutti i vescovi sono coinvolti.

Due sacerdoti di una diocesi di Cina ci hanno comunicato una notizia importante. Con il permesso del loro Vescovo e del Prefetto, stanno costruendo il primo santuario della Misericordia in Cina. Essi vedono nella Misericordia, la possibilité di ottenere la riconciliazione tra la chiesa « underground » e la chiesa patriotica. Ricchissimi sponsori gli aiutano con discrezione. Il Santuario sarà inaugurato l’anno prossimo.

Nella serata è stato creato il gruppo dei Giovani della Misericordia per l’Asia : 30 paesi sono presenti.

L’impegno conclusivo è stato per ogni paese, di organizzare, assieme al loro vescovo, un congresso nazionale per l’anno prossimo !

Il nostro caro Jorge ha raccolto in ogni paese, moltissimi indirizzi, foto, e tanti libri tra i migliori sulla Misericordia. In questo modo la sua casa editrici « Mercy Press  » incomincia a perdere vita !

  1. Incontro con i coordinatori per l’Australia.

Questo incontro è stato organizzato da Suzanne Austin, la nostra corrispondente per l’Australia, assieme ad altre persone che avevano partecipato al Congresso di Cracovia e di Samoa. Il Cardinale Pell è stato informato dell’incontro e numerosi vescovi hanno mandato messaggi di soddisfazione. I coordinatori eranno oriundi di Brisbane e Queensland, di Melbourne e Victoria di Sydney e New South Wales. Perth e Papua Nuova Guinea erano anche presenti. La coordinazione delle nuova zelanda si è di nuovo incontrata in questa occazione. Abbiamo fatto il punto sulla situazione del continente e si è deciso che due laici Suzanne Austin e John Canavan organizzerano il prossimo Congresso nazionale previsto nell’agosto 2010.

  1. Visita « lampo » (durante un transito) al Comitato della Tailanda

Abbiamo approfittato di un tansit di 6 ore a Bangkok per incontrare il comitato al gran completo attorno al segretario della Conferenza episcopale. I gruppi della Misericordia in Bangkok (30 parrocchie) toccano 60% dei cattolici. Il comitato sta preparando un Congresso Nazionale per l’anno prossimo.

  1. Creazione del Comitato indiano a Madras

Un primo coordinatore era stato nominato in 2006. Su consiglio di Mons. Ramirez (coord. Per l’Asia) e dell’ »équipe » de Stockbridge, abbiamo affidato la responsabilità a P. Michael Raj, dei Padri della San Paolo (responsabile del santuario della Misericordia di Madras) assieme alVescovo ausilliario della città di San Tommaso.

Essi hanno organizzato il primo incontro nazionale dei coordinatori. Sono venuti da varie regioni del Sud dell’India. I vescovi organizzerano l’anno prossimo il Congresso nazionale certamente nella città dell’apostolo Tommaso, colui che sperimento’ per la prima volta il dono della grazia, nella prima domenica della Misericordia nel Cenacolo. Sua Ecc.za Mons. Penha, vescovo ausiliario di Bombay era coinvolto ma non poté partecipare perché preso da vari impegni diocesani.

Patrice Chocholski